Blog di Cultura Gastronomica

HomeRicettePan Meino della nonna
meinmein

Pan Meino della nonna

Scoperto ieri, quasi per caso, parlando di dolci con la nonna, il Pan Meino, chiamato dialettalmente pan de men, è un caratteristico dolce lombardo, che possiamo considerare l’avanguardia della cucina del recupero. Pare che lo si incominciò a fare con i resti dell’impasto di grosse pagnotte a base di farina di frumento, segale, miglio, che le famiglie preparavano settimanalmente e poi tagliavano a fette per il consumo quotidiano. Proprio il miglio diede il nome a questo dolce popolare, sostituito poi dal mais. Da qui il caratteristico colore giallo.

Ai resti della raschiatura della tavola in legno che si utilizzava per impastare, si aggiungevano, poi, zucchero, uova e fiori di sambuco.  La tradizione vuole che questo dolce si cucini il 23 aprile (San Giorgio), giorno in cui si stipulavano i contratti per la fornitura del latte tra mandriani e lattai, ma anche data in cui fiorivano i sambuchi. L’ancora oggi conservata tradizione di intingere il pan mein nella panna (una vera delizia) deriva dal fatto che i lattai in quel giorno regalavano ai clienti la panna liquida per gustare al meglio il dolce.

Oggi lo si prepara artigianalmente tutto l’anno. Si può trovare ad esempio nelle bancarelle della fiera degli “O bei O bei”, a dicembre.

La ricetta che vi riporto non appartiene alla tradizione di famiglia in quanto mia nonna racconta di aver comprato, sin da ragazzina, il pan mein nella pasticceria (di cui non ricorda il nome) vicino alla stazione Nord di Milano, per poi salire sul tram ed arrivare fino a casa in Porta Ticinese.

Ingredienti: 200 g di farina di mais a grana fine, 100 g di farina di mais a grana grossa, 150g di f00, 150g di , 150g di zucchero, 3 uova, 1 bustina di  sale, fiori di sambuco.

Preparazione: scogliete il  in un pentolino oppure al microonde. Sbattete le uova con lo e poi unite il  sciolto e un pizzico di sale, unite quindi la  00 setacciata con le  di mais e con il e mescolate con un cucchiaio di legno. Formate delle pagnottine lievemente schiacciate, di circa dieci centimetri di diametro, e ponetele su una teglia rivestita di carta da forno, poi cospargetele con lo semolato e i fiori di sambuco. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti.

596

About an

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Comment