Blog di Cultura Gastronomica

HomeHome CookingTriglia di San Valentino
IMG_8223IMG_8223

Triglia di San Valentino

Piccoli chef crescono… e come se non seguendo le orme dei grandi della cucina italiana? La prima ricetta d’autore testata da noi appartiene ad Antonino Cannavacciuolo, chef patron del ristorante Ristorante Hotel Villa Crespi sul Lago d’Orta, vanta due stelle michelin (conseguite nel 2003 e nel 2006), ma è conosciuto ai più come conduttore dell’edizione italiana di “Cucine da incubo”.

Lo chef, ospite dell’ottava puntata di Masterchef Italia 4, durante l’invention test ha mostrato alla concorrente Arianna come si realizza la sua “Triglia, melanzana e guazzetto di provola affumicata”.

Pochi giorni dopo, abbiamo sperimentato questa ricetta per la nostra cena di San Valentino tra amici.

La preparazione non è stata semplice e nemmeno rapida, ma ne è valsa la pena!

Abbiamo iniziato procurandoci delle ottime triglie nella pescheria di fiducia, poi abbiamo pensato alle verdure ed alla provola… Avremmo voluto fare la spesa al mercatino dei contadini (come piace a noi), ma melanzane e pomodorini non sono prodotti che è possibile trovare nell’orto a febbraio, quindi abbiamo ripiegato su un supermercato.

Abbiamo seguito questa ricetta http://masterchef.sky.it/ricette/secondo/triglia-melanzana-in-guazzetto-mozzarella-affumicata/, passo dopo passo.

Il risultato è stato davvero un’esplosione di sapori… un viaggio nella terra dello chef (la Campania) possibile semplicemente con un boccone gustato ad occhi chiusi.

Una volta postata su un social network la foto, c’è stato chi credeva fossimo a cena ad Orta San Giulio… una piccola soddisfazione anche questa ed uno spunto per provare un altro ristorante stellato!
Ritroveremo lo chef Canavacciuolo davanti alle telecamere di Mastrechef Italia in qualità di quarto giudice della quinta edizione. Chissà che non ci regali qualche altra idea per una cena gourmet casalinga!

IMG_8223

427

About an

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Comment